Capacità di reazione: 1 contro 1 reattivo | YouCoach Salta al contenuto principale

Capacità di reazione: 1 contro 1 reattivo

Capacità di reazione: 1 contro 1 reattivo

 
Obiettivo
Materiale
  • 4 casacche
  • 2 coni
  • 8 palloni
  • 1 porta
  • Cronometro
Preparazione
  • Area di gioco: 10x15 metri
  • Giocatori: 8 + 1 portiere
  • Tempo di svolgimento: 10 minuti
  • Numero di serie: 1 da 10 minuti
Sommario Obiettivi Secondari
Situazione di 1 contro 1 con conclusione a rete per stimolare la capacità reattiva nella scuola calcio
Orientamento, Visione periferica, Agility, Controllo e difesa della palla, Tiro in porta, 1 contro 1
Organizzazione

Collocare due coni a 15 metri di distanza da una porta in linea retta, distanti 3 metri tra loro in linea orizzontale; i giocatori si dividono in due squadre da quattro componenti (una con le casacche e una senza) e si dispongono in fila dietro ai coni, rivolti con lo sguardo verso la porta. Il portiere difende la porta. L’allenatore si sistema tra le due file, alle spalle dei capofila, con tutti i palloni.

 

Descrizione
  • L'esercitazione consiste in delle situazione di 1 contro 1 in risposta ad uno stimolo visivo (in questo caso la palla) poiché l'allenatore mette in gioco un pallone lanciandolo con le mani o calciandolo con i piedi in direzione della porta
  • Appena il pallone entra nel campo visivo dei primi giocatori delle due file, essi si contenderanno il possesso della palla e quindi la possibilità di calciare in porta e segnare un gol per la propria squadra
  • Terminata l’azione di 1 contro 1, inizia un nuovo turno con altri due giocatori
  • Il gioco ha una durata continuativa di 10 minuti

Regole
  • I giocatori una volta vista la palla, devono concludere a rete il prima possibile
  • I giocatori devono guardare davanti a loro e non girarsi per vedere il pallone lanciato o calciato dall'allenatore
  • Se il difensore conquista palla diventa attaccante
  • Il giocatore che ha calciato in porta si rimette in fila mentre chi ha difeso recupera il pallone e lo consegna all'allenatore, transitando esternamente al campo da gioco
Varianti
  1. Possibilità di fare massimo due tocchi (controllare e calciare)
  2. Cambiare tipologia di stimolo: invece di uno stimolo visivo si può utilizzare lo stimolo acustico (battito di mani, "via", fischio)
  3. Far partire i giocatori spalle alla porta con l'allenatore che, in questo caso, si posiziona dietro la porta per lanciare i palloni verso i giocatori: il via verrà dato con uno stimolo acustico
Temi per l'allenatore
  • Focalizzare l'attenzione dei giocatori sullo stimolo visivo e sulla visione periferica
  • Stimolare la rapidità di aggressione della palla e di esecuzione/conclusione

Articoli correlati