Possesso palla 5 contro 3 - La transizione | YouCoach Salta al contenuto principale

Possesso palla 5 contro 3 - La transizione

Possesso palla 5 contro 3 - La transizione

 
Obiettivo
Materiale
  • Cinesini
  • 5 casacche
  • 1 porta regolamentare
  • Palloni
Preparazione
  • Area di gioco: 50x50 metri
  • Numero di giocatori: 11 (10 di movimento + 1 portiere)
  • Tempo di svolgimento: 15 minuti
  • Numero di serie: 4 da 3 minuti con 1 minuto di recupero tra le serie
Sommario Obiettivi Secondari
Gioco semplificato di possesso palla 5 contro 3 per lavorare sulla transizione positiva e finalizzazione
Anticipazione, Visione periferica, Ricevere, Smarcamento, Passaggio, Conclusione, Intercetto, Contrasto, Possesso palla, Cambio gioco
Organizzazione

L'area da utilizzare per l'esercizio è circa l'intera metà campo regolamentare. A circa 10 metri dall'area di rigore formare, con l'utilizzo di cinesini, due quadrati adiacenti di 20x20 metri. Dividere i giocatori in due squadre di cinque componenti (squadra rossa contro squadra bianca in figura). All'interno del quadrato sinistro in figura si posizionano cinque giocatori (due bianchi e tre rossi) e lungo i tre lati esterni del quadrato un giocatore bianco per lato. All'esterno dell'altro quadrato, sul lato più lontano e sul lato più vicino alla porta, si collocano due giocatori rossi. Palla alla squadra bianca. Il portiere si posiziona a difesa della porta.

Descrizione
  • L'esercizio inizia con i cinque giocatori bianchi in possesso palla contro i tre giocatori rossi. Si crea una situazione di 5 contro 3 (possesso palla sul quadrato sinistro)
  • L'obiettivo della squadra bianca in possesso palla è di effettuare dieci passaggi consecutivi senza farsi intercettare il pallone dagli avversari rossi
  • Se i rossi recuperano palla la passano ai compagni in attesa sul versante opposto e si portano velocemente nell'altro quadrato seguiti da tre difensori bianchi (figura 1)
  • Si crea la stessa situazione di gioco 5 contro 3 a parti invertite 

 

Figura 1

 

  • Quando la squadra in possesso palla porta a termine l'obiettivo dei dieci passaggi consecutivi può cercare di andare a finalizzare verso la porta (ad esempio dopo un cross, oppure dopo un 1 contro 1) 
  • Quando la squadra in attacco cerca di finalizzare, il giocatore avversario che si trova sul lato vicino alla porta del quadrato dove non si sta svolgendo il possesso palla, segue l'attaccante per impedirgli la finalizzazione (figura 2)

 

Figura 2

Regole
  • La squadra in superiorità numerica che mantiene il possesso palla gioca al massimo a due/tre tocchi
  • Dopo ogni serie ruotare le posizioni dei giocatori che stazionano all'esterno dei quadrati con quelle dei giocatori interni. In tal modo tutti i giocatori svolgeranno le diverse funzioni che prevede l'esercitazione
Temi per l'allenatore
  • Possesso palla:
    • Creazione triangoli di possesso, utili a evitare il giocatore avversario, racchiudendolo all'interno dei triangoli stessi
    • Curare la reazione alla transizione negativa, perso il possesso il giocatore più vicino al pallone pressa l'avversario mentre i compagni accorciano sui rispettivi riferimenti
    • Curare le distanze globali tra i giocatori
    • Curare l'orientamento del corpo in ricezione, deve essere sempre aperto verso la porzione di campo più grande
    • Incitare il Dai e Vai: dopo aver giocato la palla ad un compagno, il giocatore continua la corsa per inserirsi in uno spazio libero dove poter ricevere nuovamente
    • Unità ideale minima: Il portatore di palla deve avere, a sua disposizione, un numero minimo di compagni che possano garantire un passaggio in qualsiasi momento (almeno un passaggio in avanti ed un passaggio indietro) 
    • Il giocatore più vicino al possessore di palla deve scegliere cosa fare, movimento di avvicinamento o in profondità, innescando di conseguenza il movimento relativo dei compagni
    • Incitare i giocatori ad effettuare il contromovimento per lo smarcamento e la conseguente ricezione del pallone
    • Per innescare una mobilità continua e mantenere un opportuno scaglionamento, due giocatori vicini che si trovano sulla stessa linea, sia essa orizzontale sia verticale rispetto al campo, devono muoversi creando linee di gioco diagonali
  • Incitare il giocatore che va a difendere la porta durante la finalizzazione degli attaccanti a leggere in anticipo le intenzioni chiudendo l'eventuale linea di passaggio o cercando di contrastare vittoriosamente nell'uno contro uno il diretto avversario
  • Mantenere lo svolgimento del possesso palla ad alta intensità in tutte le sue fasi: mantenimento del pallone e fasi di transizione con ribaltamento del fronte di gioco

Autore

| Allenatore Calcio Padova
 
 
2007-2011: Allenatore Ferriolense club de Fútbol

2011-2013: Allenatore Bassanello Guizza 

2014-2015: Allenatore Esordienti Albignasego Calcio

2014-2015: Vice-allenatore Cittadella Calcio Allievi Nazionali

2015-2015: Allenatore giovanili Calcio Padova

Articoli correlati